Stakeholder

Tenendo conto dell'obbligo di individuazione degli Stakeholder, ai fini della mappatura dei procedimenti a rischio corruzione, ed in linea con il Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità 2014 - 2016 si comunica che questo Segretariato Regionale Liguria ha individuato una serie di categorie di Stakeholder, soggetti portatori di interesse della comunità, ed ha attivato la procedura per la pubblicazione sul sito istituzionale delle varie categorie di Stakeholder attuali (chi è interessato a ciò che stiamo facendo) e potenziali (chi vogliamo coinvolgere).

 

Stakeholder istituzionali:

  • Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, istanze di vertice e dell'Amministrazione centrale, Uffici periferici della Liguria, altri Uffici periferici;
  • Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca;
  • Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • Ministero dell'economia e delle finanze;
  • Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Genova;
  • Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Genova;
  • Comando dei Carabinieri;
  • Comando dei Vigili del Fuoco;
  • Università degli Studi di Genova;
  • Regione Liguria;
  • INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale - Regione Liguria;
  • Province e Comuni liguri nei quali insistono beni culturali e paesaggistici;
  • Musei Civici genovesi;
  • Palazzo Ducale - Fondazione per la Cultura;
  • Fondazione Teatro  Carlo Felice;
  • Accademia Ligustica di Belle Arti;
  • Istituti scolastici;
  • Istituti di ricerca italiani e stranieri;


Stakeholder economici e professionali:

  • Ditte, operatori economici e liberi professionisti che si occupano di lavori di edilizia, impiantistica, restauro, allestimenti;
  • Fornitori di beni e servizi per il funzionamento dell'Ufficio;
  • Case Editrici;
  • Settori specifici legati al mondo della cultura.


Stakeholder sociali:

  • Associazioni esponenziali di interessi amministrativi protetti, diffusi o collettivi;
  • Organizzazioni Sindacali;
  • Ordini professionali e iscritti ad Albi;
  • Soggetti interessati o controinteressati all'erogazione di vantaggi patrimoniali e/o di ogni altra utilitas;
  • Associazioni legate alla tutela del patrimonio culturale;
  • Associazioni Culturali;
  • Associazioni di volontariato, specialmente quelle che svolgono attività correlate al settore del patrimonio culturale;
  • Enti religiosi ed ecclesiastici detentori o interessati ai beni e alle attività culturali;
  • Stampa ed organi di informazione a livello regionale;
  • Abitanti del territorio nel quale insiste il patrimonio;
  • Utenti sul territorio del Patrimonio culturale (studiosi, ricercatori, studenti, stagisti, turisti, escursionisti);
  • Visitatori e turisti in ambito regionale;
  • Giovani laureati in discipline storico artistiche, architettura, beni culturali e informatic.

 

L'allargamento della mappa delle relazioni di questa struttura ad altri Stakeholder potenziali (engagement) seguirà una linea quantitativa rispetto alle istanze sopra individuate e si rivolgerà in particolare a soggetti operanti nel settore del Turismo, come la più recente competenza affidata al Ministero e per esso in sede periferica ai Segretariati regionali.

 

Per tutte le altre informazioni si rimanda alla sezione generale "Amministrazione Trasparente" del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.