Superba antiqua: gusto e antiquaria nel territorio genovese

Oriana Cartaregia (a cura di)

Il progetto complessivo: l'espressione Superba antiqua fa riferimento ad un ampio progetto, ideato e curato da Luigina Quartino, teso a valorizzare le testimonianze del gusto e della cultura antiquaria nel territorio genovese attraverso la creazione di un itinerario virtuale che illustri i percorsi storici dell'antiquaria genovese nella cultura libraria, nelle espressioni artistiche sul territorio (temi iconografici della decorazione architettonica, portali, statue e busti antichi o all'antica) e nel collezionismo.

Nell'ambito di questo progetto si è proceduto anche alla digitalizzazione di immagini e parti testuali di alcune opere a soggetto antichistico-archeologico conservate nella Biblioteca Universitaria di Genova, con data di edizione compresa fra i secoli XVI e XVII, oggi visibili sul sito della Biblioteca

Abstract: Superba Antiqua project aims to enhance the testimonies of antiquarian Genoese taste and culture in the territory. Its purpose is to create a virtual tour showing the historical paths of the Genoese antiquaria in the culture books, in the artistic expression within the territory (iconographic themes of architectural decoration, portals, statues and busts which are antique or artistic) and in collections.  

Obiettivi del percorso:

•·        Valorizzare i fondi librari a carattere antichistico posseduti dalla Biblioteca Universitaria di Genova, raccolta assai pregevole per quantità e qualità.

•·        Documentare alcuni percorsi della Storia dell'Archeologia dal XV al XVIII secolo.

•·        Esporre, partendo dai volumi della Biblioteca, alcuni documenti figurativi (sculture, elementi di decorazione architettonica, manufatti di genere diverso) presenti a Genova e in parte inediti, che documentano un interesse locale per l'antichità classica finora non adeguatamente divulgato.

•·        Integrare il percorso con materiale fotografico e catalografico di reperti antichi (monete e piccoli oggetti) inerenti la materia trattata nei volumi e rintracciabili nel territorio ligure.

Crediti: il percorso e il progetto nel suo complesso, coordinato da Luigina Quartino, sono frutto della collaborazione tra: gli insegnamenti di Storia dell'Archeologia (Luigina Quartino) e Iconografia Antica (Alba Bettini) della Sezione di  Archeologia  del  D.AR.FI.CL.ET (Dipartimento di Archeologia, Filologia Classica e loro tradizioni in epoca cristiana, medievale e umanistica) "Francesco Della Corte" dell'Università degli Studi di Genova; Alberta Bedocchi studiosa di Storia dell'Archeologia ed Antiquaria; Raffaella Vancheri laureata in Conservazione dei Beni Culturali con Master di II liv. in Didattica e Valorizzazione degli Istituti di Cultura; Oriana Cartaregia e Maria Teresa Sanguineti della Biblioteca Universitaria di Genova; Elena Calandra della Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Liguria. Traduzione in inglese a cura di Margherita Gaudioso, Biblioteca Universitaria di Genova.

Argomenti disponibili

S_A_1.0. Dal Collegio gesuitico alla Biblioteca Universitaria di Genova

Oriana Cartaregia

Le origini della Biblioteca Universitaria di Genova vanno ricercate nella Libreria del Collegio dei Gesuiti. Le notizie più antiche sull'esistenza di una libreria annessa alle scuole fondate ... Leggi

S_A_2. La fisiognomica in età federiciana: riscontri nella scultura a Genova

Luigina Quartino

Nel 1227 Michael Scotus (1175-1235), filosofo, matematico e mago - colui che veramente/ de le magiche frode seppe il gioco (Dante, Inferno XX, vv. 115-117), giunse alla corte di Federico II di Svevia, ... Leggi

S_A_3.0. Il tema iconografico degli imperatori e dei viri illustres: libri e portali

Alberta Bedocchi

Il passaggio dalla cultura medievale all'Umanesimo è segnato anche dal riaccendersi dell'interesse per un genere letterario di origine classica: la biografia.  La propensione umanistica  ... Leggi

S_A_4. Statue antiche nelle antiche strade

Alba Bettini

Un testo prezioso  per la storia dell'antiquaria è l'opera di Ulisse Aldrovandi Delle statue antiche che per tutta Roma, in diversi luoghi et case si veggono (1550); essa  fornisce ... Leggi