Ortonovo, area archeologica di Luni

 
Area archeologica di Luni. Recupero ed estensione degli scavi. Rilancio turistico dell’area attraverso un più agevole collegamento autostradale

Con Decreto Interministeriale Urbani /Lunardi del 7 Luglio 2004 è stato approvato un programma di interventi di Arcus s.p.a. a favore di beni e attività culturali tra i quali figura un finanziamento sull’area archeologica di Luni, contigua alla direttrice autostradale Roma-Genova, per un importo pari a 1.500.000,00 € al lordo di IVA.

Dopo la firma della convenzione tra il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Società ARCUS S.p.a., siglata il 9 luglio 2004, in data 11 maggio 2005 il Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria e il Direttore Generale di ARCUS S.p.a. hanno stipulato una apposita convenzione per disciplinare criteri, tempistica e modalità di realizzazione dell’intervento.

Gli obiettivi principali del progetto puntano all'estensione degli scavi e prevedono il completamento del recupero funzionale di alcuni casali (Benettini-Gropallo, Menchelli e Giglio) di proprietà demaniale situati all’interno del perimetro della città romana di Luni, da destinarsi a spazi espositivi e deposito di materiale archeologico. Gli scavi archeologici permetteranno di approfondire la conoscenza dell’area della Cittadella legata alla basilica Cristiana nelle fasi comprese tra il VI e il XII secolo. L’intervento comprende pure la progettazione, a livello preliminare, della sistemazione e della valorizzazione dell’intera area archeologica di Luni, con particolare riguardo al sistema degli accessi e dei percorsi.

Il progetto di valorizzazione, denominato “Grande Luni”, dovrà pervenire alla formulazione di indicazioni di carattere tecnico-scientifico relative alla programmazione e alla sistemazione degli scavi archeologici, alla definizione della progettazione e messa a sistema di interventi strategici. Il progetto “Grande Luni” dovrà inoltre assicurare la diffusione della conoscenza del sito e il suo più adeguato inserimento e fruizione nel territorio vasto, facendosi promotore anche di una politica di sviluppo locale basato sulla produzione culturale (marchio d’area).

L’iniziativa si concluderà con un convegno sulla valorizzazione dei siti archeologici e sui temi della gestione e della fruizione finalizzate ad ottimizzare le risorse disponibili.

Per l’impostazione e il coordinamento del progetto di valorizzazione è stato istituito un gruppo di lavoro interno all’Amministrazione:

Arch. Manuela Salvitti e Arch. Cristina Bartolini

Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Liguria

Dott. Giuseppina Spadea, Dott. Anna Maria Durante, Dott. Lucia Gervasini, Arch. Giorgio Rosati, Geom. Gerardo Satriani

Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria.

Il gruppo di lavoro è supportato da consulenti esterni con specifiche professionalità per approfondimenti tematici.

 

Cristina Bartolini

 

1.Lunil_small
1. Luni. Planimetria con l’indicazione dei percorsi
2.Lunil_small
2. Foto aerea dell’area archeologica